tecnica e innovazione

Ospedale “Abele Ajello”

Mazara del Vallo

L’Ospedale “Abele Ajello” di Mazara del Vallo è un complesso realizzato in diverse fasi nella seconda metà del secolo scorso e presenta uno schema a “pettine” con un corpo longitudinale – contenente i collegamenti verticali – su cui si attestano quattro blocchi trasversali.

Per adeguare il complesso alle attuali normative, è stato promosso un globale intervento di ristrutturazione ed ampliamento dell’edificio esistente, finalizzato principalmente alla separazione dei flussi d’ingresso all’ospedale, con la creazione di nuovi accessi per le ambulanze e per specifici reparti.
In particolare, l’organizzazione funzionale del progetto si basa su alcune scelte prioritarie:
– differenziare, per quanto possibile, tutti i percorsi ed in particolare l’ingresso principale dell’ospedale da quello del Pronto Soccorso
– creare un nuovo atrio d’ingresso, più rappresentativo ed accogliente
– raggruppare le degenze in aree funzionali omogenee
– organizzare le stanze di degenza in linea con le vigenti disposizioni di legge e dotarle di un servizio igienico
– concentrare nella parte centrale del corpo longitudinale tutti gli studi medici, gli eventuali letti di day-hospital e gli ambulatori strumentali relativi alle varie specialità
– collegare il Pronto Soccorso ai vari reparti con percorsi diretti e dedicati.

Ente appaltante: Regione Siciliana, Assessorato Regionale della Salute – ASP 9, Azienda Sanitaria Provinciale di Trapani
Responsabile Unico del procedimento: Ing. Francesco Costa
Progettazione integrale: SAIR Europe, Forlì – GSA Gruppo Sindoni Associati, Palermo
Progettazione esecutiva: S.I.A.Ge.T. srl, Catania
Direzione Lavori: Ing. Antonio Sindoni, Palermo
Impresa esecutrice: Conscoop – Consorzio tra cooperative di produzione e lavoro società cooperativa, Forlì (FC)
Imprese assegnatarie: C.M.C di Ravenna Società Cooperativa – CEIF Società Cooperativa, Forlì (FC)
Applicatore sistemi a secco Saint-Gobain Italia: Giannone srl, San Giovanni La Punta (CT)

Soluzioni Saint-Gobain utilizzate
Richiesta progettualeDivisori interni e controsoffitti realizzati a secco e con stratigrafie diverse a seconda delle esigenze dei vari ambienti dell’ospedale.
Soluzione Saint-GobainPareti interne, contropareti, controsoffitti in lastre e compartimentazioni al fuoco in grado di assicurare elevate prestazioni, una migliore organizzazione del cantiere ed un veloce montaggio, grazie all’utilizzo di diverse tipologie di lastre – Gyproc Wallboard, Gyproc Hydro H1, Gyproc Fireline, Gyproc Rigidur H e Gyproc Duragyp Activ’Air® – abbinate con pannelli isolanti Isover PAR 4+ e strutture metallicheGyproc  Gyprofile, ecologiche ed anticorrosive.
Richiesta progettualeControsoffitti ispezionabili eleganti, igienici ed incombustibili per nascondere il passaggio degli impianti in tutti gli spazi del complesso.
Soluzione Saint-GobainSistema Gyproc GyQuadro per controsoffitti ispezionabili, costituito da pannelli in gesso rivestito con una finitura di colore bianco semilucido ed uniforme.
Nei corridoi è stato scelto il controsoffitto Gyproc GyQuadro A1, rivestito con uno speciale velo-vetro e caratterizzato da una reazione al fuoco in Euroclasse A1 richiesta dalle normative sulla protezione dal fuoco.
Nel resto degli ambienti, il controsoffitto Gyproc GyQuadro Aseptic garantisce massima igiene ed una bassissima emissione particellare nell’aria, grazie al rivestimento vinilico dotato di uno speciale trattamento antimicotico ed antibatterico.
Richiesta progettualeProtezione antincendio dei fondelli metallici delle travi in cemento armato del complesso.
Soluzione Saint-GobainIntonaco isolante leggero Gyproc Igniver, un premiscelato ad applicazione meccanica appositamente studiato per la protezione passiva dal fuoco, a base di gesso e vermiculite, leganti speciali ed additivi specifici.
Gyproc Igniver assicura una bassa conducibilità termica ed ha un’ottima aderenza al supporto. Classe di fumo F0.
Focus partner Saint-Gobain
Giannone srl San Giovanni La Punta (CT)
Contatti: Tel. 095/7410922
[email protected]
Titolare: Pietro Giannone
Area di specializzazione: Sistemi a secco e finiture d’interni in generale
Partner Saint-Gobain Italia: dal 1995
Settembre 2022
architettura contemporanea

Spark Business District

Milano

Spark Business District è un innovativo complesso architettonico che rientra in un ampio progetto di rigenerazione urbana a destinazione mista che negli ultimi anni ha coinvolto il nuovo quartiere milanese di Santa Giulia.

PARTNER SAINT-GOBAIN
Vetrodomus S.p.A.
Brescia
Coiver Contract S.r.l.
Cormano (MI)
recupero del patrimonio edilizio

Gallerie d’Italia

Torino

Le Gallerie d’Italia – Torino, quarta sede del polo museale di Intesa Sanpaolo, sono situate all’interno dello splendido complesso di Palazzo Turinetti e contano un’area espositiva di circa 10.000 metri quadrati interamente dedicata alla fotografia, alla video-arte e al barocco piemontese.

PARTNER SAINT-GOBAIN
Cesam S.r.l.
Torino
alberghi

Riva Toscana Golf Resort & SPA

Follonica (GR)

Riva Toscana Golf Resort & SPA è una struttura nata dal recupero di due fabbricati esistenti, abbandonati da oltre 15 anni e situati in una posizione strategica ed esclusiva, a due passi dal mare cristallino del Golfo di Follonica ed immersi nel verde tipico della Maremma Toscana.

PARTNER SAINT-GOBAIN
I.GE.CO. S.r.l.
Piombino (LI)
architettura contemporanea

Showroom Bartolomeo Arreda 2.0

Joppolo Giancaxio (AG)

Nato a seguito della splendida riqualificazione di un immobile che in origine ospitava una concessionaria di auto con relativa officina, il nuovo edificio adibito a show-room della ditta “Bartolomeo Arreda 2.0”.

PARTNER SAINT-GOBAIN
Edilvetro Di Tortorici A. & G. S.n.c.
Seccagrande (AG)
Copyright © by Saint-Gobain Italia S.P.A. P.IVA 08312170155 - informazioni societarie - informazioni legali e privacy  |  Politica cookie
Gyproclive è un periodico registrato presso il Tribunale di Milano al N. 194 in data 03-04-1995